Suicidio, felicità, occhi, piangere, bullismo.

Suicidio, felicità, occhi, piangere, bullismo
Si, tante parole e alcune pesanti… E sicuramente vi chiederete anche, ma perché racconti sempre le stesse cose, parli di argomenti scomodi anche quelle tabù? Io vi dico, xké pochissime persone ne parlano ma sono cose reali purtroppo e che spesso succedono.

Felicità: la felicità non è mai scontata, è preziosa come l’amicizia sincera… È come un diamante Grezzo, che devi lavorare per averlo bello splendente.
Il diamante si può rovinare durante la lavorazione, o una volta finito ti cade a terra e si rovina, così come la felicità… Ci saranno sempre momenti difficili nella vita, battaglie vinte e perse, decisioni difficili da prendere, amori, amicizie, famiglia, litigi, paure e lacrime.
Tutte cose alle quali a volte non diamo tanta importanza… Ma che se ci soffermiamo un attimo, ti possono rendere felice. Cose che quando non le hai ti rendi conto di quanto siano importanti e preziose. Belle e forti. La felicità non te la guadagni te la meriti per quello che fai e per come sei.
La felicità sta nelle piccole cose di tutti i giorni, un abbraccio, un bacio, una carezza, una parola giusta, sta nell’ascolto, nell’amicizia, nell’amore, sta in tutto quello che tu ritieni che ti dà felicità o ti porta ad avere la felicità.

Occhi: sono lo specchio dell’anima, sembra stupido e ripetitivo, ma è così…
Puoi mentire a tutti te compreso/a, puoi mentire con le parole, con il corpo(fino ad un certo punto, perché quando hai troppi dolori o preoccupazioni o tristezze ti si accumulano e puoi anche farti male senza che tu lo voglia) ma con gli occhi no,…perché ti si illuminano sia quando sei felice, ma anche quando sei triste, o hai paura, o sei stanco perché ti si spegne lo sguardo, e quando piangi o vorresti piangere ti sale una tendina di acqua… Ci sono persone che con le avventure che hanno avuto, riescono a mandare giù questa tendina, ma dentro di loro resta la rabbia, la stanchezza, la vergogna, la solitudine…

Suicidio: … Purtroppo è una delle parole più pesanti e brutte, ma che purtroppo, è sempre successo e spesso succede. Una persona che si suicida lo fa perché sta troppo male, non riesce a parlare, arrabbiarsi, non riesce a piangere , non si sente ascoltato/a, a troppi problemi o pensieri per la testa , si sente tanto solo sola, la perso qualcuno anche tanti anni fa ma che il suo dolore è talmente grande che non ce la fa a dire quello ecc…, Prima che ciò avvenga, non mollare, ci sono persone che ti vogliono bene, persone esperte pronte a darti una mano.
Scrivi, piangi, parla, chiedi abbracci, piangi ancora senza avere paura, cammina, corri se riesci, respira senza avere paura. NON SEI SOLO/A C’È SEMPRE QUALCUNO PRONTO/A A DARTI UNA MANO O AD ASCOLTARTI.

Bullismo: eh già, ecco qui, mi trovo a scrivere sul bullismo… Ti segna sempre, e a qualunque età…. Non te ne fare una colpa, se subisci del bullismo parlane a qualcuno che conta, in modo che possano aiutarti, se vedi qualcuno subire il bullismo dillo, fallo presente. NON TACERE IN NESSUN CASO, NON TEMERE DI SUBIRE ALTRE COSE LO SI PUÒ FERMARE.
Il bullo se lo si prende solo/a non fa niente, e se gli/le si parla di capisce che è lui/lei che soffre o che ha sofferto, che ha paura e/o si sente inferiore agli altri e quindi lo fa per sfogare la frustrazione, che può essere lui/lei a subire violenze verbali, sessuali, morali, a casa o in giro, e lo fa per nascondere il suo dolore…

Piangere: tutti prima o poi piangiamo… Anche le persone più forti e più orgogliose, anche le persone che reprimono i loro sentimenti quali: rabbia, dolore, solitudine, paura, mancanza di affetto ecc …
I bambini piangono se hanno fame, sonno, se sono pieni di pp o cc, se vogliono essere presi in braccio ecc…, I ragazzi/e piangono per delusioni d’amore, per l’abbandono, per un’amica/a che ti tradisce ecc … Gli adulti per un film, un libro, un fotolibro dei ricordi, perché si perde la moglie o il marito, per la perdita di un figlio… E da anziani xké si emozionano x tante cose, o xké ricordano con nostalgia i vecchi tempi e i vecchi amici…
Certo non sono tutte le motivazioni che ci possono essere per un pianto, ma almeno sono alcune… Tra cui non per meno importanza perché una persona può essere più o meno sensibile.

Bene dai x oggi è tutto.
Un abbraccio isa

Isabella Cariaga

Pubblicato da Isabella C

Sono una ragazza solare, 37 anni, vivo dove lavoro con i miei genitori. Mi piace scrivere fare braccialetti con le perline guardare film e serie TV fotografare, fare album fotografici. Mi piace visitare i musei, gli acquari, andare al circo e camminare nei boschi. Mi piace aiutare chi si trova un po' in difficoltà. Faccio massaggi per aiutare chi ha dolori

13 pensieri riguardo “Suicidio, felicità, occhi, piangere, bullismo.

  1. Va tutto bene.
    Ma la parola “suicidio” con tutte le altre ci entra come i cavoli a merenda.
    Il suicidio è sconfitta e resa, le altre sono tutte azioni e reazioni.
    Il suicidio non risolve nulla, anzi è come vedere lo spettacolo della vita, senza pagare il biglietto.
    Molto meglio allora è “avere le palle” di prendere di petto le situazioni o le persone che ci danneggiano e annientano e portarle a fondo.
    Non con noi … solo prima di noi !!!

    "Mi piace"

    1. Ciao;)! Grazie mille
      Vero che non serve a nulla. Sai ho scritto sul suicidio xké ieri una persona del nostro paese si è buttato giù dal ponte.

      82 anni. Pieno di persone vicine e che gli volevano bene.
      Io non lo conoscevo, ma chi muore così lascia sgomento.
      Io posso dirti per esperienza personale che il tentato suicidio anche non serve a nulla, ma che lo si fa xké non si ha la forza di continuare da soli, che si sta malissimo per cose successe, che si tirano indietro le lacrime xké se lo fai Può essere che piangi per giorni e giorni.
      Il tentato suicidio è anche un modo per chiedere aiuto, x vedere se veramente qualcuno si interessa a te oltre alla tua famiglia.

      "Mi piace"

      1. Tra l’altro io scrivo per far in modo che magari non capita a tutti queste cose, che abbiano la forza di chiedere aiuto anche se è la cosa più difficile, come piangere e dire ciò che senti, sia di bello che di brutto.
        E cosa c’entra Roma?

        "Mi piace"

    1. Sì vero, almeno quando si può, ma non sempre è possibile, e alcune persone lo fanno xké hanno nascosto nella propria vita tantissimo dolore.

      Comunque ti parlo per esperienza, se non avessi avuto persone e poi famiglia che mi avessero tirato fuori dai periodi in cui facevo cavolate o mi trattavo male anche senza mangiare a quest’ora non saremmo qui a parlare.
      Un caro saluto Isabella

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: