Autunno, Natale, Nuvole…

Autunno, Natale, Nuvole… Autunno… Come ogni anno, arriva puntualmente l’autunno. Una stagione dove tutto cambia, dove si prepara al gelo dell’inverno… Si prepara a fermare il tempo. L’autunno ha ancora giornate bellissime, con il sole che risplende tra gli alberi, con il sole che riscalda i cuori e porta serenità. I colori che variano dal verde al marrone, sono bellissimi un po’ come quando soprattutto noi donne vogliamo cambiare colore per sentirci più belle. Solo che noi paghiamo, ma la natura lo fa naturalmente, senza costi aggiuntivi. Magari vari colori assieme in pochissimo tempo e spazio, ma se lo possono permettere xke è la bellezza della natura. L’autunno ci regala la magia.

Nuvole… Le nuvole sono leggere, pesanti, libere, chiare scure, grosse o fini… Un po’ come noi uomini o donne… Alti magri, belli e meno belli magri e falsi magri… Bianchi o di colore…. Sposati o singole… Detto questo non ci si può certo dimenticare la classica nuvola di fantozzi!!! Piove esclusivamente dove sei tu… Ma c’è anche da pensare che (x chi ci crede) quando piove è perché da lassù ci vedono tristi per loro e non vogliono vederci così. Allora piangono loro per noi, solo che le nuvole si fanno sottili che le lacrime si trasformano in pioggia… Quella pioggia che magari alcuni di noi ne approfitta e piange, xke tanto si confondono con la pioggia le lacrime (anche se gli occhi rossi non può nasconderli la pioggia)!

Natale… È magico, pieno di luci, gente che ipoteticamente si vuole più bene un po’ come nel giorno di San Valentino, o alla festa della mamma o alla festa del papà… C’è la neve, e ecco, finalmente ci si rilassa, almeno per un po’… Tutto si ferma, Regna il silenzio, per le strade girano poche macchine, solo quelle necessarie, i bambini escono felici nei giardini o nei prati o alcuni anche lungo i marciapiedi a tirarsi le palle di neve, fare i pupazzi di neve, con tanto di sassi per gli occhi e i bottoni, scope o rami per le braccia, un tronco di legno per la bocca e la classica carota per il naso. Poi arriva il momento della pioggia che rende più difficile il cammino, ghiaccia la strada le scale i marciapiedi perché cala la temperatura, ci sono tante fratture, cadute ematomi alla testa o nel corpo xke si scivola e si cade… Il natale xò rende alcune persone molto tristi xke sono sole o sono malate, o hanno perso qualcuno da poco, o si ricorda cose successe nel periodo del natale. Queste persone spesso piangono per la loro tristezza, ma non sanno che prima o poi arriverà il sereno anche per loro. A volte non si rendono conto che piangere può essere liberatorio per tornare a sorridere e vedere la bellezza del natale.

UN ABBRACCIO ISA

Pubblicato da Isabella C

Sono una ragazza solare, 37 anni, vivo dove lavoro con i miei genitori. Mi piace scrivere fare braccialetti con le perline guardare film e serie TV fotografare, fare album fotografici. Mi piace visitare i musei, gli acquari, andare al circo e camminare nei boschi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: