Paura

1. Qual’è la tua paura più grande?

2. Quante volte hai avuto paura?

3. Perchè avere paura può salvarti la vita o può evitarti un altro errore?

4. Perchè si ha paura del buio?

Tutte domande piu che giuste… Ma vediamo di rispondere con calma a tutte… ( a mio parere poi magari non è così)

3. Aver paura può salvarti xke magari non ti esponi da un ponte o hai paura di commettere lo stesso errore, facendo la stessa strada, e rimanere fregata/o un’altra volta. Paura di essere scoperti ancora a prendere fiori nel giardino del vicino, o paura di sbagliare strada e dover tornare indietro come nella vita, e dover rifare le stesse cose per tornare a raggiungere i tuoi obbiettivi.

2. Quante paure da piccoli, da grandi e a volte perche no da anziani. Da piccoli si ha paura e vergogna di parlare, di essere sgridati dai genitori, nonni e zii, di stare in alto o tenuti in alto da qualcuno. Paura di sbagliare, paura di essere abbandonato, paura di andare a scuola il primo giorno di elementari, paura di essere picchiati e paura quando si alza la voce. Da giovani invece si ha paura di crescere troppo in fretta, paura di giocare a scuola perche hai qualche chilo in più o in meno, di essere allontanato dagli amici, paura di essere presi in giro per come cammini o prendi la palla, paura di essere rinchiusa nel bagno dei ragazzi, o ancora essere presa/o in giro per come leggi… Paura delle persone che si arrabbiano. E poi più grandi si diventa piu paura si ha di prendere decisioni sbagliate, di sbagliare, di deludere qualcuno che ami, dei tuoi amici o della tua famiglia. Da anziani beh si ha paura di cadere di farsi male, di sentire dolori, di avere l’alzaimer, di morire.

4. Si ha paura del buio, xke non sai quello hai intorno a te,, xke senti solo il tuo respiro, le tue lacrime, i tuoi pensieri, hai paura di essere bloccato all’interno della stanza senza trovare la via d’uscita. Si ha paura del buio perche si rimane soli con se stessi.

1. La paura piu grande?….Non ce n’è una sola, possono essere varie! Come per esempio aver paura di arrabbiarsi, di piangere, di essere abbandonati, di deludere, di perdere qualcuno che ami o a cui vuoi bene. Paura di far vedere la propria parte di se debole o fragile, sensibile ecc… Paura di non farsi amici, paura di fare l’amore, di essere violentati o picchiati, paura di persone con il gesso o con le stampelle, paura di non raggiungere i propri obbiettivi, paura di litigare con il proprio o la propria partner ed essere successivamente lasciati, paura di crescere i propri figli…

Beh ecco ce ne sono una marea di paure e ce se sono anche tante altre… Se vuoi liberti delle tue paure o alleviarle parla con qualcuno di cui ti fidi, con un esperto, con la tua famiglia o i tuoi amici e se non riesci a parlare scrivi, così ti sentirai anche più leggero/a.

Con questo vi abbraccio con affetto isa

Film Coach Carter…

Veramente molto bello, pieno di emozioni.

Con samuel el jackson… Allenatore di basket in una scuola dove solo il 5 % si diploma e va al college e dove l’anno prima avevano vinto solo 4 partite…, ma lui riuscirà a portarli molto in alto facendoli anche crescere interiormente.

Alla fine del film è vero non va tutto come ci si immagina xke perdono, ma 5 hanno preso la borsa di studio e 6 si sono diplomati(laureati) Nel fondo c’è la vera amicizia, quella che vince odio razzismo ecc… L’amicizia dove ci si aiuta e ci si sostiene l’un l’altro (scusate non so se si scrive così)

L’allenatore è un po severo e gli punisce facendoli fare piegamenti suicidi 50 tiri liberi ogni giorno ecc… Gli insegna anche il valore dello studio e che è possibile sia studiare che giocare professionalmente. Basta volerlo e basta farsi aiutare da insegnanti e/o compagni di scuola.

Bene dai direi che non mi resta che augurarvi una buona visione.

Un abbraccio a chi mi segue isabella

Amore mio

Ciao amore mio, pochi giorni fa ti ho scritto…ma ho bisogno di scriverti ancora…. L’ansia per l’intervento comincia a salire, il prossimo anno dovrò fare lezioni private con un maestro di scuola guida per fare la patente con le marce, xke come sai quella automatica la ho da 10 anni.

Mi manchi amore mio, vorrei averti accanto per poterti insegnare i valori della vita, l’amicizia, l’amore, il rispetto, la fiducia ecc… A farti capire che qualunque cosa accada l’amore che ti da la tua famiglia è sempre al 100%. È vero ci sono delle eccezioni ma molto spesso è così, soprattutto l’amore di una madre con i propri figli. Quando penso al tuo papà e a quante volte mi ha lasciata sola o mi ha fatto sentire un anullità quando stavamo assieme sono felice di averti lasciato/a andare nel cielo degli angeli, dove non hai conosciuto sofferenza.

Tuo papà mi ha ferita molto nell’anima anche se nei primi anni è stato molto carino. Sono consapevole del fatto che se tu fossi nato/a non avrei potuto darti tanto, a parte il mio amore, il mio ascolto e il mio aiuto per le cose basi, avrei faticato a giocare sempre con te per terra per i miei lunghi periodi di dolore.

Ma grazie per avermi resa felice anche solo per quasi 7 settimane.

Ti abbraccio forte forte amore mio e ti mando un grande bacio.

Ps, ti prego aiutami a non mollare a resistere con il sorriso anche adesso che ho ancora tanti dolori malgrado il caldo. Non ti deluderò amore mio. Tua mamma per sempre

Amore mio…

Amore mio…

Ciao amore mio come stai? Cosa stai facendo di bello?

È un po che non ti scrivo… Scusa… Mi manchi amore mio, anche se sono passati moltissimi anni, non ti dimentico e credo non ti dimenticherò mai. Ieri ho visto i piedini di un bimbo…

Mi ha resa triste… E arrabbiata, con me stessa principalmente poi con chi mi stava accanto xke sono rimasta nervosa… Si, vero… In alcuni momenti sono molto piu vulnerabile, ma so che tu mi hai perdonata, so che tu sarai sempre con me, so che quando mi sento giù mi ascolti e posso scriverti quando voglio.

Un giorno amore mio, forse potrò diventare mamma adottiva, e donare il mio amore a chi è stato meno fortunato…

Sai, penso che quello che sia successo ieri con la visione dei piedini, è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso, xke l’ansia per il prossimo intervento comincia ad essere alta, sai che sono abituata ad essere operata, ma alla fine non ce la faccio piu… Sono forte, rido sempre anche se sto male, aiuto gli altri a stare meglio psico_fisicamente… Cammino a lungo quando riesco per sentirmi meglio… Ma comunque sento che ogni tanto crollo… Che ogni tanto vorrei spaccare tutto per liberare la tensione… Che ogni tanto vorrei mettermi in macchina e ascoltare le canzoni che mi fanno piangere per sentirmi piu leggera. Ma vabbe, mi piego ma non mi spezzo.

Alla fine non importa quante volte cadi ma conta quante volte ti rialzi e riparti a testa alta.

Ti abbraccio amore mio.

Tua mamma x sempre

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso… Film fatto veramente molto bene sul gioco degli scacchi. Parla di una famiglia in bangladash, da dove padre e figlio hanno dovuto lasciare il paese lasciando moglie incinta e sorella e rifugiarsi in francia, a parigi. Il bambino gioca molto bene a scacchi e proprio li in francia c’è un bravo maestro di scacchi. Un po burbero ma bravo. All’inizio del film parlano nella loro lingua e il film sembra straniero con i sottotitoli in italiano…(anche bello è mettere i sottotitoli in inglese cosi impari anche la lingua)!!! Ma allora, cosa ti lascia il film? Ti lascia tanta speranza e felicità nel vedere come è bella la vera amicizia e di quanto possano insegnarti i bambini stessi dandoti la piena fiducia. La voglia di farcela e di vincere anche quando perdi… Perche anche se hai perso, se non riesci a raggiungere subito i tuoi obbiettivi, non vuol dire che non ce la farai, devi credere in te e nelle tue capacità, devi lasciarti aiutare, devi imparare ma alla fine ce la farai. NON MOLLARE MAI E CREDI NELLE TUE CAPACITÀ.

UN ABBRACCIO A CHI MI SEGUE.

Buona visione

The Ride… Tratto da una storia vera

Film The Ride… Tratto da una storia vera…

Film molto intenso, con tanto di bullismo, violenza domestica, paura, speranza, famiglia, amicizia, adozione fiducia… Un film che racchiude tutto questo è straordinario.

Ma xke vederlo? Cosa ti lascia un film cosi?

Ti lascia molto, a mio parere, ti fa vedere che nella vita reale, di tutti i giorni ci sono miriadi di persone che subiscono violenza, bullismo, paura dell’abbandono, ma che è sempre possibile uscirne. Parla di un ragazzo che è entrato in un riformatorio per aver accoltellato il padre mentre picchiava la madre. Lo ha fatto per difendere lei e suo fratello. Nel riformatorio, in attesa che una famiglia lo adottasse, cresce difendendosi dai bulli, fino a quando in maniera quasi miracolosa una coppia decide di avviare la pratica dell’adozione. Gli avevano detto che però avrebbe dovuto fare una sorta di prova per un anno, e che se fosse andata bene avrebbero potuto adottarlo. La coppia era molto brava, lui di colore lei no. Poco importa, gli hanno dato tanto amore, gli hanno fatto capire che anche se ci fosse stato un momento di sconforto loro c’erano. Gli hanno insegnato tante cose e andare in bicicletta. Dopo 10 mesi dall’entrata in questa famiglia ritrova il sorriso e l’appagamento totale, ritrova l’affetto del fratello vincendo alla fine la gara mondiale di acrobazie con la bicicletta.

Questo e molto altro in film davvero eccezionale. Buona visione. Un abbraccio ai miei lettori isabella

Sulla stessa onda e Ultima gara

Film: Sulla stessa onda e Ultima gara.

Due film veramente straordinari. Due film che toccano le corde del cuore.

Film che ti lasciano qualcosa di grande, che malgrado ci siano cose tristi ti danno tanta forza. Xke ti fanno capire come l’amore vince su tutto e di come la vera amicizia e la famiglia restano uniti nel bene e nel male.

Nel primo film, Sulla stessa onda, è un film sentimentale, un ragazzo e una ragazza si sono conosciuti ad un corso di vela durante l’estate, tutto bello, si innamorano e vivono felici e contenti, giusto? No… Purtroppo lei è malata e ha una grave forma di distrofia muscolare… Malattia degenerativa, non lascia scampo, la puoi rallentare facendo moltissimi esercizi e con una terapia farmacologica, ma non puoi fermare la malattia. Ha deciso di aiutare il suo ragazzo per vincere una gara di vela, dando il suo massimo fino alla fine, purtroppo non è bastato, ma ha vissuto gli ultimi mesi con grande spirito, non si è arresa, non ha perso il sorriso ed è vero che alla fine muore, ma l’amore vince su tutto e tutti, quello che fai di buono resterà nel cuore di chi resta, anche il pensiero e i ricordi non muoiono mai, e non avrai mai rimpianti se usi il cuore per aiutare gli altri o volerli bene. L’amicizia è più forte dei litigi, L’amore famigliare può abbattere le barriere della sofferenza, dei litigi ecc…

Ultima gara… Altro film spettacolare con Raoul Bova, Rosolino, Magnini, Brembilla e Manuel Bortuzzo. Tutti hanno in comune il nuoto… Giocatori olimpici… Tutti hanno lasciato il nuoto in piscina, c’era chi non entrava in acqua da moltissimi anni, anche 20 circa… Poco importa, chi sa nuotare anche dopo anni e anni di assenza, se ti cominci ad allenare, riprendi… Detto questo, Manuel Bortuzzo è il ragazzo che è stato costretto a finire in sedia a rotelle per una pallottola ricevuta… È stato un duro colpo per lui anche se è forte, coraggioso, pieno di spirito, non si lamenta volentieri anche se soffre… Persone come lui, riescono a farti capire di non dover MAI MOLLARE, di trovare il positivo ogni giorno. La vita ti riserva brutte sorprese a volte o spesso, ma se hai accanto una famiglia che ti ama x come sei, dei veri amici che anche nel momento del bisogno non ti lasciano e ti supportano, riesci a superare ogni momento. Il dolore, le lacrime, la paura, la gioia, la forza ecc… Sono tutte racchiuse in famiglia, gruppo (anche di sostegno), amixi veri. Al dolore, alla sofferenza, alla paura ecc,…

Non si può sfuggire, ed è giusto anche averle, perchè è anche grazie a queste cose che imcontri persone speciali che ti accettano per come sei, che impari ad amare e gioire per le cose che hai. Impari con il tempo a convivere con dolore e malattia, solitudine, depressione ecc… Ma con le lacrime di sfogo, il parlare e riparlare delle cose che ti hanno fatto soffrire, con i sorrisi e gli abbracci di chi ti vuole bene, di amici vecchi o nuovi con il sostegno di medici e psicologi, fisioterapisti insegnanti, allenati ecc…, la forza, il piacere, la speranza, la gioia, il sorriso, la speranza, il sogno o desiderio, Non la perdi mai.

NON MOLLARE MAI, SII FORTE, SII GRATO DELLE COSE CHE HAI. Anche se credi di di non farcela, perche la forza, LA TROVI DENTRO DI TE OGNI GIORNO, ANCHE QUANDO TUTTO TI VA STORTO. Bene… Vi auguro una buona visione:)!!! Vi abbraccio cari amici, con affetto.

Assenza

Ciao a tutti, purtroppo a distanza di un anno per motivi personali dovrò assentarmi dallo scrivere, uno perche devo rinnovare l’abbonamento annuale e non ho la possibilità due perche al 17 o 24 settembre mi opererò nuovamente alla spalla…

Cercherò con settembre di recuperare l’abbonamento nella speranza che non devo fare un nuovo sito… Altrimenti haimè dovrò ricominciare da 0.

Vi abbraccio con affetto isa