Seconda parte…

Aborto, lacrime e solitudine…

Solitudine…Quando si sta soli, a volte si cerca di separarsi da tutto e tutti anche solo per mezz’ora, un ora, o un giorno intero. Per alcuni è facile, bisognoso ecc… Stare da soli, alcuni lo cercano proprio. Ma alcune persone hanno serie difficoltà a stare da soli e cercano disperatamente persone che gli ascoltano, che stanno con loro, che escono x una cena, che vengono a casa e guardano un film tutti assieme. Nei momenti di solitudine ascolti il tuo corpo, il tuo respiro, senti i tuoi pensieri.

Aborto… Molto doloroso anche se passano gli anni, molto doloroso anche se lo perdi nelle prime settimane, doloroso per chiunque. Nelle coppie quando una donna perde il bambino o fa un aborto programmato, il partner cerca di sfuggire al discorso, all’ascolto e al sostegno della propria donna… Ma è utile avere un supporto per una donna in quanto può aver bisogno di parlarne…anche più volte e magari piangere. Un partner non dovrebbe obbligare ne tanto meno arrabbiarsi con la donna per fare in modo che vada ad abortire. In caso un dialogo non fosse possibile all’interno della coppia per il troppo dolore o la troppa vergogna, non stiate in silenzio…. Ci sono esperti che vi aiuteranno a superare questa cosa… Non è facile ne tanto meno poco doloroso, ma stare meglio e convivere con questo peso è possibile.

Lacrime…già prima o poi tutti piangono… Anche quelli che fanno i duri, anche le persone che fanno lavori di aiuto (come medici, infermieri, assistenti di cura, fisioterapisti ecc…), piangono i bambini, gli anziani ecc… Piangono per fino le persone più orgogliose…. Alcuni piangono spesso o per cose che ad alcuni non fa ne caldo ne freddo, e di certo non deve ne vergognarsi, ne smettere, ne tanto meno devono aver paura che le persone accanto si stufano o lo/la lascia solo/a, xke c’è sempre qualcuno che ti accetta x come sei. Ci sono persone che si emozionano guardando film, fotografie, ascoltano canzoni, leggono ecc…, e allora? Ben venga! Certo non tutti hanno il coraggio e/o la forza di piangere ne tanto meno di parlare di come si sente, ma non vuol dire che non devi sfogarti, certo è vero, piangere fa bene, fa togliere i nodi dalla gola e non senti piu le lacrime che ti salgono dalla pancia, ma se non riesci allora scrivi, disegna, cammina, ascolta musica, respira senza aver paura di sentire le lacrime in arrivo e senza cacciarle indietro… Non mollare… Vuoi piangere? Piangi! Vuoi parlare per sfogarti e alla fine piangi? Va bene! Vuoi bere qualche bicchiere in compagnia e poi ti sfoghi piangendo? Beh forse va meno bene ma almeno poi a parte il cerchio alla testa sei piu leggero/a e libero/a.

Un abbraccio isa

Quante parole!

Vita, lacrime, aborto, fibromialgia, solitudine, felicità…

Quante parole! Tutte parole vere, parole anche scomode e dolorose come l’aborto, la solitudine e la fibromialgia… Le spiegherò a mie parole ovvio, tutte quante anche se già in passato e sicuramente in futuro, ne ho parlato e ne parlerò, xke non mi stancherò mai di farlo…

Prima parte…fibromialgia, felicità e vita…

Nella seconda parte… Aborto, solitudine e lacrime…

Fibromialgia… Malattia ancora adesso poco conosciuta, ancora adesso spesso e volentieri dicono che sia causata da problemi psicologici non risolti, ti provoca dolori a volte lancinanti, improvvisamente, senza nessun segnale prima, quindi, un giorno, stai bene il giorno dopo ti alzi che sembra ti sia passato sopra un treno…ti provoca cambiamenti d’animo molto rapidi… Puoi passare dallo stato felice allo stato piangente in poche ore, così come puoi ritornare ad essere felice o arrabbiarti in una sola giornata… La fibromialgia ti è una malattia che da quanto ti provoca dolore, ti fa andare sulla via della depressione… Può anche darsi che venga da un trauma psicologico non superato (come una morte, una violenza, un distacco da un/a tuo/a amico/a) ma allora perche spesso e volentieri si tace? Xke ci si nasconde? Perche quando ci chiedono se va tutto bene bisogna dire di si o che allimite si è un po stanchi?? Xke fa meno male e a volte ci si convince che va tutto bene e che sia tutto passato.

Felicità… Quanto è bello essere felici, liberi da ogni pensiero o problema, ridere di gusto… La felicità è contagiosa, ridere, vedere sorridere qualcuno quando sei in giro per strada Ma come si fa ad essere felici? Quanto dura la felicità? Può durare sempre o per molto tempo… Dipende da chi abbiamo accanto, come famiglia, amici, parenti, partner ecc… E da noi. E come si fa ad essere felici? Bisogna accettare tutto di noi stessi, dal passato al presente. Bisogna perdonarsi, bisogna volersi bene, bisogna ascoltare i propri bisogni, bisogna non aver paura di essere se stessi e anche se si ha periodi dove i rubinetti degli occhi sono aperti rigando e bagnando il tuo viso, accettarlo, perchè è normale, fa bene, rilassa, scarica la tensione ecc… Certo non è facile ma è possibile, con tanto lavoro e tanta pazienza.

Vita… Essere felici di vivere ogni giorno, vivere pensando che c’è una soluzione a tante cose… Vivere per la propria famiglia, vivere sperando che un giorno stai meglio. Vivere perdonando e perdonandosi per tutto. Vivere essendo se stessi ed essendo sempre sinceri. Vivere con il sorriso. La vita è un dono prezioso non bisogna buttarlo via. Trattati bene, non mollare, piangi, arrabbiati, ridi, ascolta e ascoltati… Non trattenere i tuoi sentimenti, belli o brutti, non trattenere i tuoi pensieri, belli o brutti. Se a dirlo stai bene fallo! Se a dirlo piangi e poi stai bene fallo! Se non riesci a dirlo, scrivi, canta, disegna, grida in uno stadio vuoto, parla agli alberi durante una camminata nel bosco. Ma liberati… Anche se lo devi ripetere all’infinito.

Ciao amore mi manchi da morire

Ciao amore mi manchi da morire oggi, sono settimane difficili sotto l’aspetto psico_fisico.

Ho dolori dappertutto… Mi viene da piangere, ma ancora resisto. Sono tesa come le corde dell’alta tensione. Domani amore vado dalla reumatologa, spero che mi possa dare un po di sollievo. La fisioterapista ha detto che faccio fatica a rilassarmi…. X fortuna x adesso vado un giorno si e uno no. Mi manchi anche se è stupido… Sono arrabbiata e ancora un po che sopporto i dolori e mando a quel paese tutti…. Anche se non ce l’ho con nessuno.

Ti prego amore, io come sai cerco sempre di sorridere alla vita e alla gente, ma aiutami a non mollare… Aiutami a non piangere… Aiutami a sorridere sempre ed essere positiva anche in famiglia. Aiutami a scacciare i pensieri brutti… Io ti prometto che faccio del mio meglio…

Ti abbraccio figlio mio.

Sei la mia vita. Con tanto amore tua mamma x sempre

Ti voglio bene…

Ciao amore mio come stai???

Si ti ho scritto ieri sera…. Lo so…. Ho tanto male, e sono tanto arrabbiata…

… Ho dolori alle caviglie al dito del piede che mi brucia, alle spalle compreso quella che non ho operato alle dita della mano e il collo… Sembra che mi sia passato un treno sopra e le analisi del sangue, a parte il colesterolo che è un po alto il resto delle analisi è buono….

Tu dirai, bene mamma, stai bene allora!

Ma io ti dico… No amore mio, mi impegno a sorridere, ma la verità è che non ce la faccio piu in questi giorni…

… Lunedì comincio a giorni alterni la riabilitazione…

Quanto vorrei poterti abbracciare… Un abbraccio con tutto il mio amore mamma

Amore della mia vita

Amore della mia vita Ciao amore mio, come stai?? Io come vedi sono ancora in difficoltà con la fibromialgia e con il dolore alla spalla operata…

Come sai ho scritto la mia verità… Molto difficile x me xkè sai che ci soffro ancora molto quando ne parlo. Mi aumenta il battito e a volte mi crea difficoltà a respirare… Ma sono contenta di averla scritta e di continuare a scriverla, non tanto per spifferare la mia vita, ma perche così facendo posso aiutare donne e uomini ragazzi e ragazze a parlare, a dire le cose senza paura, a piangere, a ribellarsi senza paura, a gridare, a far vedere e sentire che noi donne siamo forti sempre, che ci rialziamo a testa alta piu forti e guerriere di prima. Pensa che non ho ancora scritto della depressione, delle amicizie importanti che ho avuto, delle mie paure piu grandi, come paura dell’abbandono, paura del temporale, paura della solitudine e della meditazione, dell’ attaccamento morboso, e di come dal 2006 ho cominciato ad avere meno paura di vivere…

Mi manchi molto amore mio, mi manca avere qualcuno da poter coccolare e abbracciare… Mi manchi ogni giorno e vorrei poterti abbracciare forte forte, dirti quanto mi dispiace averti lasciato anche se x come sto adesso non avrei potuto renderti un bambino/ragazzo felice. Adesso ti lascio ma ti prego amore, aiutami a resistere, a non mollare, a non perdere il sorriso con gli altri.

Ti mando tanti baci e abbracci. Tua mamma x sempre

Verità su di me… Continuo co

Verità su di me… Continuo con la mia verità… Il mio rapporto con gli uomini è sempre stato molto complicato… Non riuscivo mai a tenere un ragazzo a lungo, non mi stancavo io e non ero una lucciola, io cercavo di avere amici, ma purtroppo per la mia ingenuità finivo sempre a letto… Ma ero ferma e immobile fino a quando aveva finito. Non riuscivo a provare nulla, se non solo dolore. Quindi dopo un po si stancavano e mi lasciavano. Non potevo parlare, in casa l’argomento ss era tabù, a volte lo è ancora adesso… Una volta, per esempio, un ragazzo durante la scuola professionale, è venuto a casa e li, ricordo solo che mi ha baciata, ricordo il dolore che ho provato, ricordo ancora adesso quel suo sguardo con gli occhi rossi e non appena ebbe finito mi lasciò li, senza dirmi niente, ricordo che mi sono vestita con la velocità della luce, e ho sentito lui uscire dal cancello di corsa. Quando sono arrivata alla porta di ingresso, non ho piu visto nulla per 10 minuti, completamente tutto bianco attorno a me, fino a quando ricevo la chiamata sul telefono di casa e mi sono ripresa…

Cercavo affetto…

Ma non lo trovavo, trovavo solo uomini o ragazzi che facevano ss a volte pure violento… E Mi soffocavano con il pn. Ecc… Io dico, se mai abbiate uno solo di questi problemi, non tenete nascosto niente, non trattenete la rabbia ne tanto meno le lacrime, non abbiate paura ne tanto meno vergogna di parlare di queste cose con qualcuno di amico/a partner, famiglia esperti. Non facciatevene una colpa. Non tacete se sapete che un vostro amico/a viene picchiato/a o violentata/o e non arrabbiatevi se ve lo viene a raccontare anche 1000 volte.

To be continued…. Un abbraccio con affetto isa

Ecco qui la continuazione…

Ero rimasta alla fine delle medie con il bullismo… Credetemi, chi subisce così presto il bullismo si porta a presso le ferite interne x tutta la vita… Forse si attenuano, o rimangono nel dimenticatoio per molti anni, in silenzio, in un angolo del cervello… Poi basta una foto, un vecchio messaggio, una canzone, una parola, un colore ecc… A farti tornare in mente le sofferenze come se fossero successe ieri. Nel percorso casa scuola e ritorno andavo con il bus della scuola… Li era l’inferno in assoluto… Mi scherzavano, mi insultavano, mi tiravano pizzicotti, mi picchiavano ecc…

Una volta, solo xke mi ero seduta in un posto “sbagliato” 2 ragazzi mi hanno tirato pugni e 1 ragazzo mi è salito sul collo facendomi perdere x qualche secondo il fiato. Lo stesso ha poi tentato di bloccarmi provandoci… Per fortuna che un mio compagno mi ha “salvata”. …. E questo era solo e non tutto, nel periodo scolastico fino a una scuola dopo le medie.

Nella mia vita ho mentito un casino ai miei genitori, verissimo è sbagliato e imperdonabile…

Ma ero ” gelosa di mia sorella, lei era perfetta, si sapeva difendere, aveva amici, andava abbastanza bene a scuola, non era mai ammalata ecc… Io, avevo sempre difficoltà, ed ero spesso ammalata, non riuscivo a parlare, non potevo piangere dal dolore, non potevo parlare perche avevo paura di far arrabbiare i miei, (non sono delle bestie, gli devo la mia vita, ma ai tempi non stavo bene con loro purtroppo, me ne pento ancora adesso…)

Beh che dire, x adesso la smetto di scrivere…ma continuerò a breve… Voglio con questa mia verità, aiutare i genitori, neo genitori, giovani ecc… Che hanno qualcuno che sta soffrendo, o che hanno loro stessi passato, a farli capire che non sono soli/e.

Un abbraccio con affetto isa