Speciale

Speciale

Amore

Notte

Vivo

Amico/a Leale

Energia

Nutrimento x l’anima

Tenerezza

Intimo

Naturale

Orgasmo

Purtroppo San Valentino così come la festa della donna, della mamma, del papà e natale sono diventati una festa commerciale….

È come se solo una volta all’anno esistesse solo un giorno per festeggiare chi si ama, chi si vuole bene. Ma così, si ha l’occasione di mangiare assieme, di farsi compagnia, farsi un pensiero, due righe scritte a mano come una volta. L’amore, l’amicizia, lo stare assieme, lo si può fare e avere sempre.

Nn serve solo un occasione speciale per festeggiare.

Non smettere mai di abbracciare, ringraziare, voler bene, chi ti circonda perché quando qualcuno manca, queste cose ti mancano.

UN ABBRACCIO TVB ISA

Dolore

Dolore

… Tutti hanno le proprie croci da portare, tutti prima o poi, chi più o chi meno hanno giornate felici o meno felici…. Giornate buone e senza nessun dolore o giornate dove i dolori sono sempre presenti. …… Tante volte ci si domanda: ma xke gli altri stanno bene e io no? Cosa ho fatto di male nella vita x meritarmi tutto questo dolore?? Perché gli altri ridono e scherzano su argomenti difficili e a me viene solo rabbia e lacrime?? Si le domande che ci poniamo sono tante di più…. Ma sono più che reali, più che giustificate…… Il dolore della mente batte il dolore fisico. Il dolore della tristezza e della solitudine sono più forti del dolore fisico, puoi essere circondato/a da persone che ti vogliono bene e che ti accettano per come sei, ma fino a quando non accetti te stesso/a, fin he non imparerai che anche se piangi non ti succede nulla e ti si vuole bene lo stesso, finché non imparerai a lasciarti andare alle emozioni del tuo cuore, come ridere a squarciagola, far uscire la rabbia che ti tieni dentro, piangere d’emozione x un film, per scaricare la tensione della giornata, per una lettera, una foto, un abbraccio senza vergogna ecc… Farai fatica a stare bene…..

Ricorda che tanti dolori fisici sono accentuati dalla mente, che se è fragile, sovracaricata, se sei preoccupato/a o hai paura, il fisico ne risente xke cerca di farti fermare x riposare un po’. Non mollare, anche se è facile dire, su su non mollare che la vita è troppo breve.. Un sorriso, un abbraccio, le coccole ecc…

Fanno sempre bene e ti aiutano tanto a stare su di morale e/o a non mollare.

UN ABBRACCIO FORTE ISA

Perdono

Perdono Paura Tristezza Abbraccio

Tristezza … Quando ti senti vuoto, quando malgrado i tuoi amici e/o i tuoi familiari sono vicino a te ma tu ti senti solo/a. Tristezza è quando guardi le persone felici mano nella male al suo/a partner, oppure quando pensi che stai sbagliando tutto. Tristezza è quella che ti viene quando vedi e/o senti litigare i tuoi amici o genitori e ti viene voglia di piangere, ma non ti dai il permesso o non hai il coraggio di farlo. Tristezza è quando senti che ragazzi e/o ragazze soffrono ancora per il bullismo. Tristezza è ricordare del dolore che hai provato.

Paura … Di essere abbandonato, di non sentirti al posto giusto nel momento giusto. Paura di fallire in quello che fai, paura di deludere le persone che ti circondano, paura di fare l’amore, di amare, di avere dolore, paura di piangere x il dolore che provi, paura di parlare x quello che potresti provare, paura di restare solo/a.

Perdono … Non è sempre facile perdonare gli sbagli degli altri, ma fa bene a te e a chi viene perdonato. Il perdono può salvare la vita a qualcuno.

Abbraccio … Con l’abbraccio puoi dire grazie, puoi dire tvb, puoi perdonare, puoi far sentire meno solo/a chi lo riceve, puoi far piangere xke si amato/a, puoi far sentire il tuo cuore x calmare il pianto di qualcuno. Se Abbracciare ti rende felice e tranquillo/a, fallo senza paura di essere esagerato/a, di essere noioso, non devi pagare né per abbracciare né per essere abbracciato. Essere abbracciato/a dopo aver fatto l’amore, durante un film, mentre piangi ecc… È un abbraccio che ti conforta ti rende felice… E non ti senti usato/a o abbandonato/a.

UN ABBRACCIO FORTE FORTE. Tvb isa

Ascolto, paura, perdono

Ascolto… Ascoltare il racconto di una storia, ascoltare in silenzio il tuo cuore, senza piangere né paura. Ascoltare il dolce canto degli uccelli, ascoltare senza giudicare il pianto di un/a amico/a, ascoltare sul petto del tuo/a partner il suo cuore o la sua voce. Ascoltare le onde che picchiano sugli scogli o le onde del mare che arrivano a riva. Ascoltare senza paura e senza vergogna i tuoi pensieri.

Paura… Di non farcela, di essere inferiore alle aspettative di qualcuno, paura di perdere qualcuno, paura di piangere, di piacere, paura di parlare, di piangere o di gridare il tuo dolore, paura di ciò che provi, paura di cambiare per piacere a qualcuno.paura di non riuscire a trattenere la rabbia con te stesso!/a x il dolore che provi anche psicologico, paura dell’abbandono. Tutte paure che ti danno un senso di blocco, ti fanno mettere una maschera per essere forte, simpatico /a ecc… Ma che a volte è difficile da mettere e ti trovi a scoppiare, a rispondere male, a nasconderti x piangere perché ti vergogni e hai paura che non ti vogliono più bene.

Perdono… Perdonare un errore di qualcuno che a mi come la tua famiglia o i tuoi amici, ma per perdonare gli altri devi prima perdonare te stesso/a e per farlo devi accettare tutto di te, anche le cose più scomode, o i ricordi più brutti, xke ciò che non ti uccide ti fortifica. Ti abbraccio, isa

Abbracci, piangere, parlare

Abbracci… Quanto costa un abbraccio? Non costa nulla. Quanto costa il tempo che dedichi a qualcuno per fargli un abbraccio? Nulla. Cosa guadagni con un abbraccio? Un sorriso, il ricambio di un abbraccio, tanta energia positiva, o ancora lacrime x la felicità che dai alla persona, x come si può sentire al sicuro, o lacrime perché stanco/a del dolore che non riesce a far uscire, per le sue paure le sue vergogne o ancora xke ci si rivede dopo tanto tempo. Cosa ricevi da un abbraccio ancora? Il perdono, o le scuse o ancora un abbraccio molte volte vale più di mille parole. L’abbraccio ti rigenera e non ti fa sentire solo/a.

Parlare… Si parla fin dai primi anni di vita fino alla fine dei giorni. Si parla di cose belle, di ricordi, si fantastica su dove viaggiare, dove ti piacerebbe andare dopo che sei guarito/a, dopo che hai passato gli esami o ricevuto promozioni ecc… Si parla di sport, di animali, di soldi, d’amore, di figli, di matrimoni o divorzi, di esperienze vissute, di traumi, di salute, di malattia ecc….si si parla di tutto e a tutti, chi più o chi meno, si parla alle volte di più con gli sconosciuti, o con gli amici che con i propri famigliari, tutto normale… Hai qualcosa che affolla la tua mente? Parla. Parla parla, non vergognarti, non aver paura di essere giudicato/a. Non tenere quello che hai dentro altrimenti ti farà solo male. Rilassati anche se non è facile, xke sei obbligato/a a sentire il tuo respiro, il tuo cuore la tua mente i tuoi pensieri. A rilassarti riesci a parlare e ad ascoltare e accettare te stesso /a.

Piangere… Sempre la solita storia…. La smetti di piangere? Non si piange sul latte versato! Piangi che ti passa! Non si piange x niente! Xke piangi? Ecc…. Si tante domande e affermazioni sul pianto, come è anche vero che si approfitta dei matrimoni o dei funerali per piangere, xke lì tutto piangono e a nessuno cambia se anche tu piangi! Puoi farlo se sei triste, se non riesci a parlare senza vergogna o sensi di colpa, se sei solo/a, se hai male o sei stanco! Hai paura di non riuscire a smettere? Tranquillo/a prima o poi l’acqua nel rubinetto finisce! 🙂 A piangere non sei debole, ma forte xke hai il coraggio di esprimere i tuoi sentimenti. Sfogati quando puoi, così non stai male. UN ABBRACCIO FORTE FORTE ISA

Ciao piccolo mio

Ciao amore mio, mi ritrovo costretta a scriverti, mi sento male, di nuovo, mi sento arrabbiata, gelosa e non sopporto che non sia felice, che non possa averlo più. Che ho un sacco di dolori e problemi di salute. Anche una cozza lo trova si fidanza, è felice, non è sola. È vero ok non sono sola xke sono circondata da persone che mi amano come la mia famiglia e i miei amici, è vero che lavoro, che vado a scuola ecc….,è vero che è colpa mia xke mi allontanò io x il terrore di essere abbandonata, o xke rompo le scatole, o xke mi appiccico alle persone come una sanguisuga… MA SONO, MI SENTO TERRIBILMENTE SOLA. Ti prego piccolo grande amore aiutami a non mollare, non farmi perdere il controllo, non farmi rigare il viso, altrimenti ho paura di non fermarmi. So di chiederti molto xke ti chiedo sempre le stesse cose e sempre quando non ce la faccio più. Ma adesso mi sta scoppiando il cuore. Pensavo di accettare tutto adesso ma non è vero. Troppo presto. Non lo so, ti ho lasciato andare un po’ di tempo fa, o almeno credevo, ma mi ricordi la stupida scelta di lasciarti andare xke volevo qualcuno… Ti amo piccolo mio, ti amo con tutta me stessa, tua mamma x sempre

6 gennaio

La befana vien di notte con le scarpe tutte rotte… Bellissima questa filastrocca…

Bella (perché quello che conta di più è la bellezza interna.)

Energica (anche perché deve portare dolci e carbone ogni anno e in tutto il mondo)

Felice (di poter donare la felicità a chi più ne ha bisogno e a chi come in alcuni paesi porta i regali domani)

Amica (di tutti)

Neutrale (perché non fa distinzione fra colore nazionalità o religione) Aiuta (chi è in difficoltà)

Vero, la befana viene descritta come brutta, senza o con pochi denti, un naso bruttissimo, la scopa per volare ecc…

Ma il bello è che non tutto quello che è brutto fa paura o altro, il bello sta nell’imperfezione, nella simpatia ecc…

Quindi buona giornata a tutte. Befana

Tra poche ore finisce l’anno..

Anno nuovo Tra poche ore finisce l’anno… Un anno che è stato molto intenso, l’inizio abbastanza tranquillo, poi un grande dolore, lacrime, paura e una grande tristezza, per un virus che prende tutti, nessuno escluso. Il coraggio, la forza, la passione, che si è dimostrata dai medici, infermieri, assistenti, degli ospedali. L’avvicinamento delle proprie famiglie(marito, moglie, figli) obbligati a stare tutti assieme e a lavorare x chi ha potuto, da casa. Scuole online, distanziamento sociale, mascherine, visiere, copri scarpe ecc…

È stato un anno che non si dimenticherà mai.

Un anno in cui ci si è potuto rendere conto di quanto sia bello e faccia bene un abbraccio, incontrare e parlare con le persone che incontri, bere caffè o altro ai bar, fare cene tra amici, andare al ristorante o pizzeria, o ancora di fare passeggiate all’aperto. Quest’anno ci siamo resi conto di quanto sia importante la famiglia e gli amici. Di quanto un sorriso anche se solo attraverso gli occhi ti dia tanta felicità. E allora che sia un nuovo anno, pieno di gioia, soddisfazioni, salute, speranze. Che ci siano lacrime, ma di gioia, che la vita torna ad essere normale, che sia un nuovo anno di energia positiva. Buon fine anno e buon inizio di anno nuovo.

UN ABBRACCIO ISA

Ciao amore mio non ti chiedo c

Dolce amore Ciao amore mio non ti chiedo come stai, xke so che mi risponderesti che stai abbastanza bene, che sei felice se io lo sono… So che sei con me tutti i giorni adesso… Ma ti prego piccolo mio, lasciami respirare… Il mio amore x te è immenso e sempre lo sarà. Sono vuota amore mio, ma mi sto riempiendo dell’amore della mia famiglia, dei miei amici, delle persone che ho conosciuto anche da poco, mi riempio dell’amore che ho per la mia famiglia, i miei amici, il mio lavoro… Si piccolo mio, non faccio nulla per me stessa, ma… Ci sto provando adesso… Non lavoro… Studio… Ascolto musica,, scrivo quando riesco ecc… Quindi ti prego, stammi vicino, si… Ma lasciami prendere fiato. Resterai x sempre nel mio cuore. Ti voglio come l’universo. Con amore mamma.

Tu sei la luce di tutti i giorni, anche quelli più bui.

3 dicembre…

3 dicembre… Già passato vero, ma è giusto ricordare alle persone che in questa data ricorre la giornata mondiale delle persone con disabilità..

Persone disabili, persone che hanno bisogno di un aiuto o di un sostegno psicologico…

Persone che hanno una forza straordinaria dentro di loro, soffrono, ma sempre con il sorriso, e la speranza che magari un giorno stanno meglio, aspettano con il sorriso il giorno in cui hanno meno dolori…

Sono persone che malgrado la loro difficoltà fisica e/o psicologica, sono felici di donarti il loro cuore, le loro lacrime, i loro sorrisi, le loro speranze… Sono persone che riescono ad accontentarsi di poco e che con un abbraccio sincero si sentono ancora più forti x affrontare la vita.

Loro ci fanno capire che la felicità è dietro l’angolo, che si può essere felici anche con le cose che si ha… Senza comprare sempre ogni cosa senza andare in giro ad ubriacarsi, a perdere i soldi nel gioco o a drogarsi solo x sentire temporaneamente la felicità e la pace interiore… Perché poi una volta finito tutti gli effetti ti ritrovi triste, solo/a, vuoto.

In fine non smettiamo di voler bene anche alle persone che sono più lente, più deboli, più tristi di noi… Xke loro credono in noi.

UN ABBRACCIO ISA